Un anno per il clima

anno-2014-il-pi-caldo-di-sempre-secondo-il-jma-3bmeteo-62557.jpg
E’ stata creata un’azienda
fasulla, che dichiarava di fabbricare materiale isolante per edifici
prodotto con il pelo di orsi polari. Il video che presentava il
prodotto proponeva questa soluzione definendola “edilizia
organica”.

Immediata la reazione del
pubblico del web per salvare gli orsi polari da questo presunto
destino, con oltre 4.000 persone che hanno aderito a una petizione
online in pochi giorni, quasi 700.000 contatti raggiunti e più di
20.000 messaggi ricevuti, con l’hashtag #siamotuttiorsi.

Pochi giorni dopo, la
campagna è stata rivelata, come pure il suo scopo: in Italia è
facile indignarsi per un pericolo imminente, ma non per un rischio
più esteso nel tempo. Riusciamo ad indignarci per gli orsi ma non
per i cambiamenti climatici che rischiano di far scomparire non solo
gli orsi ma anche gli esseri umani.

A Parigi, nel prossimo
dicembre, si riuniranno i 198 Stati aderenti alla Convenzione delle
Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC). Durante i prossimi
mesi i Paesi tratteranno, attraverso complessi incontri diplomatici,
un nuovo accordo che andrà a sostituire il Protocollo di Kyoto.
Questo è l’anno in cui occorre parlare di clima e di rivoluzione
energetica.