Questioni di priorità

L’edizione europea del sito Politico sostiene di essere in possesso di una lettera con la quale la multinazionale americana Whirlpool ha avvertito già ad aprile il ministro del lavoro e sviluppo Luigi Di Maio di volere lasciare il sito di Napoli affidandolo a un’altra azienda.

La rivelazione mette in ulteriore difficoltà il capo-politico del Movimento 5 Stelle che ha sostenuto di non essere al corrente delle intenzioni della Whirlpool. Secondo Politico, i funzionari del ministero avrebbero invece chiesto a Invitalia di incontrare il potenziale nuovo investitore (si parla di una new company guidata da Giovanni Battista Ferrario, ex direttore generale Italcementi) e avrebbero chiesto una valutazione del piano di investimento. Il 19 aprile a Roma si sarebbe tenuta anche una riunione alla quale avrebbe partecipato il vice capo di gabinetto di Di Maio, Giorgio Sorial, i funzionari di Invitalia e i rappresentanti del potenziale investitore. In maggio si sarebbero tenuti altri due incontri.

Insomma, sembra che il “giggino” di Avellino abbia voluto dedicarsi, prima, alle elezioni europee…
D’altronde è sempre una questione di priorità, in questo caso: prima il Movimento e poi il Paese.

 

 

Fonte: Il Manifesto