Chi siamo

Il gruppo Fuoritempo si è formato nel 1999 da un nucleo iniziale di alcuni giovani di San Michele al fiume il cui obiettivo era quello di informarsi e di confrontarsi sia su temi di attualità sia su tematiche che normalmente non filtrano nei canali tradizionali. Il gruppo è sempre stato aperto ai nuovi arrivi e così negli anni abbiamo coinvolto circa 150 giovani da tutta l’Italia.

Nel 2001 abbiamo avvertito l’esigenza di riassumere tutto quanto avevamo raccolto in due anni di incontri e di approfondimenti e di presentare il risultato del nostro lavoro al pubblico con immagini, musica, letture e brani recitati: è nato così lo spettacolo “Fuori Tempo”, la cui particolarità era quella di venire aggiornato da un’edizione all’altra per adattarsi ai cambiamenti della storia e della società. “Fuori Tempo” è stato rappresentato per un totale di 20 volte fino al 2007, portando il nostro lavoro in vari teatri d’Italia.

Nel 2008 abbiamo presentato lo spettacolo “La Luce Addosso” che abbiamo incentrato sul problema delle armi nucleari. Come il nostro precedente lavoro, anche “La Luce Addosso” è stato completamente scritto, allestito ed interpretato dai membri del gruppo.

Dal 2008 abbiamo inoltre portato in scena più volte “La Vita Vale”, iniziativa dedicata alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, e la serata di musica/teatro “Ancora Cento Passi” sul tema della mafia, alle quali hanno collaborato i gruppi musicali “The Flanders Quasi Orchestra” e “Le opportunità e il ragazzo indescrivibile”. Lo spettacolo “Ancora Cento Passi” è nato con la collaborazione di Giovanni Impastato, seguita da quella con l’associazione Addio Pizzo di Catania.

Nel 2013 abbiamo presentato il nuovo spettacolo teatrale “23:55 – È il tempo e l’ora” (titolo ora modificato in “23:57 – È il tempo e l’ora”) sul problema dei cambiamenti climatici. Quest’ultimo lavoro è stato creato con la collaborazione della Scuola del Libro Liceo Artistico di Urbino e della giovane associazione Mammut di Fano.

Oltre agli spettacoli teatrali, la nostra attività comprende serate di informazione, incontri e conferenze. Nel 2002 abbiamo inoltre creato un sito internet (www.fuoritempo.info) che viene aggiornato settimanalmente con iniziative, articoli ed eventi. L’aggiornamento del sito viene segnalato tramite un notiziario inviato a più di mille contatti attraverso una mailing list.

Nel 2015 abbiamo contribuito a contrastare l’istanza di permesso di ricerca “Monte Porzio”, un progetto che avrebbe concesso ad un privato (neppure italiano) di poter effettuare trivellazioni in una superficie di 208,7 kmq comprendente 16 comuni della provincia di Pesaro – Urbino e di Ancona. Da qui è nato il nostro impegno per il Sì al referendum abrogativo del 17 aprile 2016 contro le trivellazioni in mare.

Nel 2016 abbiamo dato vita, assieme a diverse associazioni e realtà della nostra provincia, al progetto “La primavera della legalità”, un programma di incontri e iniziative per discutere e confrontarsi sul tema della lotta alla criminalità organizzata. Il progetto verrà replicato anche nel 2017.

Più recentemente ci siamo occupati di informare i cittadini sul referendum costituzionale del 4 dicembre scorso tramite gli incontri “Ricordiamoci della Costituzione”.

Invitiamo i lettori a seguirci sul nostro sito internet (www.fuoritempo.info) oppure tramite la nostra pagina Facebook (https://www.facebook.com/gruppo.fuoritempo) e a scriverci utilizzando la pagina CONTATTI.