domenica 26 Maggio 2024
Disarmo / Nonviolenza

Gli USA avvertono la Gran Bretagna

La Gran Bretagna rischia di perdere il suo status di importante potenza 
militare se continuerà a tagliare i fondi per il ministero della Difesa 
e per le sue forze armate: il brusco avvertimento,  è venuto dal 
generale Ben Hodges, il comandante in Europa dell'Esercito degli Stati 
Uniti, in un'intervista alla rete televisiva pubblica britannica "Bbc" 
in occasione del vertice della Nato in corso a Bruxelles da ieri 
mercoledì 8 novembre. Al centro della riunione dei ministri della Difesa 
dei 29 paesi membri dell'Alleanza Atlantica c'è l'aumento dei posti di 
comando per la prima volta dalla fine della Guerra fredda, uno sviluppo 
che riflette le crescenti tensioni globali. Ma non c'è dubbio che a 
margine del vertice il nuovo ministro della Difesa britannico, Gavin 
Williamson, debba dare ai partner Nato spiegazioni sugli ulteriori tagli 
annunciati dopo anni in cui il bilancio militare del Regno Unito non ha 
fatto che ridursi. "Non vedo proprio come la Gran Bretagna possa 
mantenere gli attuali impegni militari globali ed il proprio status di 
potenza combattente", ha commentato il generale Hodges, se continuerà a 
tagliare le capacità della sua Marina, del suo Esercito e della sua 
Aviazione. Le forze armate britanniche lottano con la Coalizione contro 
lo Stato islamico in Iraq e Siria (Isis), contribuiscono in Afghanistan 
alla missione Nato di addestramento delle forze governative, aiutano a 
contenere l'aggressivo atteggiamento della Russia nell'Europa dell'Est, 
partecipano alle manovre navali dell'Alleanza e conducono diverse altre 
missioni minori in tutto il mondo. Il generale Usa in particolare si è 
detto contrario alla minacciata riduzione del corpo dei Royal Marines ed 
alla ventilata vendita delle due sole navi di cui la marina britannica 
dispone per il supporto alle operazioni anfibie di sbarco, la "HMS 
Bulwark" e la "HMS Albion". Secondo il generale Hodges, infine, un 
taglio alle proprie capacità militari da parte della Gran Bretagna, uno 
dei principali membri della Nato, invierebbe un "segnale sbagliato" al 
resto dell'Alleanza in un momento in cui molti governi europei stanno 
finalmente invertendo le loro pluridecennali politiche di riduzione 
delle spese militari, anche in seguito alle pressioni del presidente 
degli Stati Uniti Donald Trump perché tutti i paesi membri raggiungano 
l'obbiettivo di dedicare alla difesa il 2 per cento del proprio Pil

https://www.thetimes.co.uk/edition/news/us-general-ben-hodges-warns-britain-against-more-defence-cuts-wh7d6pn76