venerdì 21 Giugno 2024

“La mafia non esiste”

Si tratta di una serata di IMPEGNO-MUSICA-TEATRO, molto adatto a un pubblico giovanile.
E’ la storia della mafia dagli ultimi quarant’anni, proposta in forma di racconto che viene intervallato da alcune scene teatrali e dagli interventi musicali dal vivo del gruppo musicale “Nineteen Fourth”, un gruppo giovanile marchigiano emergente.

Lo scopo dell’iniziativa è di far comprendere che la lotta alla mafia non passa solamente attraverso la lotta alla criminalità ma che, trattandosi principalmente di un intreccio economico-politico, perché possa essere sconfitta necessita della creazione di una cultura antimafia soprattutto tra i cittadini.

L’iniziativa ha una durata di circa due ore e vede impegnate circa trenta persone tra ragazzi e ragazze. Lo spettacolo, proposto inizialmente nel 2009 con il gruppo musicale “Le opportunità e il ragazzo indescrivibile”, portava il nome “Ancora Cento Passi” ed era dedicato al ricordo di Peppino Impastato, da qui la scelta del nome dello spettacolo.

La necessità di andare oltre le figure “del passato” per adattare maggiormente lo spettacolo ai nostri tempi ci ha portati a cambiare il titolo in “La mafia non esiste”, titolo provocatorio che si propone di far comprendere come la mafia sta diventando sempre più un sistema economico integrato, grazie al suo sempre più diffuso e stabile insediamento nei territori delle regioni più ricche del Nord Italia e alla sua penetrazione in settori economici prima sconosciuti, dalle “ecomafie” alle “agromafie”, fino alle varie e più fantasiose forme di riciclaggio, senza dimenticare le forme più tradizionali, come il racket e gli appalti.

All’interno della serata è prevista la partecipazione di alcune testimonianze. In questi anni abbiamo avuto il piacere di collaborare con:

  • Giovanni Impastato (fratello di Peppino Impastato),
  • Andrea La Monica (responsabile “Grilli Eretusei”);
  • Salvatore Borsellino (Movimento Agende Rosse);
  • Rosario Barchitta (associazione antiracket Nicola D’Antrassi);
  • Paola Marletta (Associazione “Addio Pizzo Catania”);
  • Marisa Acagnino (Presidente di sezione del Tribunale Civile di Catania).

Lo spettacolo è gratuito, non percepiamo compensi.

Potete contattarci cliccando qui.