martedì 28 Maggio 2024
Politica locale

Niente sale ai movimenti di ispirazione neo-fascista

Niente sale ai movimenti di ispirazione neo-fascista.

 

L’Anpi provinciale di Pesaro e Urbino esprime tutta la sua solidarietà al Sindaco Matteo Ricci per le minacce espresse nei suoi confronti unicamente per aver applicato la Costituzione Italiana sulla quale si basa la nostra democrazia.

L’impegno a rispettare i principi costituzionali deve essere requisito ineludibile per la concessione di spazi pubblici.

I recenti fatti di cronaca a Pesaro e non solo, la propaganda ispirata a sentimenti antidemocratici, all’odio razziale, all’omofobia e all’antisemitismo ci chiedono una risposta chiara.

Ce lo chiede la storia della nostra Città e del nostro Paese. Ce lo chiedono tutte le persone che sono morte a causa del fascismo e che hanno combattuto per riconquistare la libertà di cui oggi godiamo.

La libertà di pensiero – elemento cardine della nostra democrazia, nata proprio dalla Liberazione dal nazifascismo – trova nel nostro ordinamento un limite naturale, rappresentato proprio dai valori della Carta Costituzionale. Non a caso, la stessa Costituzione prevede la norma che vieta ‘la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista’.

Pesaro non è stata immobile durante il ventennio fascista e non può esserlo nemmeno oggi.

Si tratta di un provvedimento, peraltro già adottato da altri Consigli Comunali, di buon senso e di rispetto della nostra storia, di rispetto nei confronti delle generazioni passate e di quelle future.

L’Anpi provinciale insieme ai sindacati CGIL,CISL e UIL , ai partiti, a tutte le associazioni e a chiunque si voglia riconoscere nei valori dell’antifascismo, come già espresso nella manifestazione dell’ottobre scorso a Fano, ANTIFASCISMO IN MARCIA si fanno portatori e presidi permanenti dei valori di pace, libertà e democrazia.”