martedì 25 Giugno 2024
Politica locale

«Nuovo ospedale, gara entro luglio»

IL PROGETTO del nuovo ospedale va avanti: l’impegno della Regione è fare la gara prima della pausa estiva, entro luglio, e arrivare subito dopo all’assegnazione definitiva. Lo ha detto Luca Ceriscioli durante il suo intervento alla Festa Pd di via Basento, dove l’altra sera si è recato per parlare del piano sanitario e del nuovo nosocomio di cui è stato mostrato anche il rendering: non un agglomerato di palazzoni, ma un edificio di pochi piani, simile ad un tappeto di cemento adagiato sulla linea della collina. «Mostriamo questa immagine – ha spiegato Ceriscioli – anche se è difficile parlare del progetto prima dell’ultima gara cercando di non fare nulla che possa avvantaggiare la proposta dell’aggregazione di imprese di cui è a capo la Renco. E’ per questo che non possiamo dire la cifra che è stata richiesta, quanto è lungo, quanto è alto. Ma il giorno in cui sarà pubblicata la gara tutto sarà pienamente disponibile e i concorrenti potranno vedere tutti insieme cifre, superfici e altro. Io ne sento parlare da quando ero consigliere di circoscrizione a Villa Fastiggi, e alla proposta diedi prere favorevole. Per questo faccio molta fatica a capire che ancora sia un elemento di preoccupazione». CERISCIOLI ha poi ricordato che oggi un nuovo ospedale deve essere di classe antisimica 4, la più alta, perché dopo un terremoto deve poter funzionare. «E già questo sarebbe un buon motivo per realizzarlo – ha osservato il presidente della Regione –. Ma c’è di più, molto di più: i cittadini cercano sempre più qualità. C’è un sindaco famoso che non è più sindaco, il cui fratello a sua volta non è diventato sindaco, che quando si trattava di difendere la chirurgia dell’ospedale sotto casa sparava cannonate, ma quando è stato poco bene è andato a cercare le risposte di qualità adatte al suo bisogno. Ecco perché dobbiamo puntare ad una struttura che faccia lavorare insieme gli specialisti di Pesaro e Fano, con le tecnologie migliori, con gli spazi adeguati. L’investimento supera i 200 milioni, l’equivalente di un anno di budget per Marche Nord». Il progetto dunque va avanti, l’impegno è fare la gara prima della pausa estiva, entro luglio. «Chi la vincerà farà l’ospedale a servizio non di Pesaro, non della provincia, ma di tutte le Marche perché avrà dei servizi che avremo solo qui e a Torrette – ha assicurato Ceriscioli –. E’ dunque un progetto da portare fino in fondo. Non perché un nuovo ospedale risolva tutti i problemi, visto che la salute si fa nelle cure domiciliari, nel territorio, nella scuola che sono capitoli fondamentali del Piano sanitario, ma perché vogliamo sviluppare una risposta sanitaria all’altezza delle regioni più evolute. Speriamo solo che il governo non applichi 5 miliardi di tagli alla sanità nel prossimo biennio perché non farà certo bene al sistema. Noi comunque andiamo avanti nella realizzazione del piano sanitario, nell’eliminazione delle liste di attesa, nella realizzazione del nuovo ospedale».