mercoledì 29 Maggio 2024
Politica locale

Patrick Zaki cittadino onorario «Ma l’opposizione ha disertato»

L’iniziativa dell’assessore Santelli per il giovane attivista in carcere in Egitto. «Speravo in un voto all’unanimità»

PERGOLA L’amministrazione pergolese nell’ultimo consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria al 29enne egiziano Patrick George Zaki (in foto). L’iniziativa è partita dall’assessore Sabrina Santelli, che ha accolto l’invito del compaesano Vittorio Caprini: «Patrick il 7 febbraio 2020 – ricorda Santelli – ha preso un volo da Bologna, dov’è iscritto ad un corso sugli studi di genere, per fare qualche giorno di vacanza e stare con i suoi genitori a Mansoura, città natale. Ma non è mai arrivato dalla sua famiglia e non ha più fatto ritorno a Bologna. E’ stato arrestato all’aeroporto del Cairo con l’accusa di diffondere notizie false attraverso i suoi canali social, attentare alla sicurezza nazionale, istigare al rovesciamento del governo egiziano e della Costituzione e di fare propaganda per il terrorismo, e rischia fino a 25 anni di carcere». «L’attivismo di Patrick – aggiunge Santelli – è rivolto soprattutto alla difesa dei diritti delle minoranze oppresse dalla comunità Lgbt fino alle comunità cristiane cacciate dal nord del Sinai a causa dell’avanzata dello stato islamico. La sua custodia cautelare potrebbe essere rinviata in modo indefinito com’è accaduto ad altri attivisti prima di lui. Per questo, ho deciso di sostenere ogni attività possibile per accelerare la sua liberazione e ho portato in consiglio la proposta di conferirgli la cittadinanza onoraria. Speravo – conclude – che la proposta fosse votata all’unanimità, perché quella per il rispetto dei diritti umani è una battaglia che non ha colore politico. Peccato che l’opposizione non si sia presentata, perdendo un’altra occasione per costrure qualcosa insieme». s.fr.