mercoledì 22 Maggio 2024
ArticoliArticoli 2014

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico

errore.jpg
Nello spettacolo“La
luce addosso
” che il Gruppo Fuoritempo ha più volte rappresentato
c’è una scena stile “comiche in bianco e nero” nella quale
ricordiamo, in chiave ironica, alcuni gravi errori dei sistemi
operativi o disattenzioni umane che per poco (a volte solo per
fortuna) non hanno causato, nella storia, incidenti o guerre
nucleari.

Con questa scena cerchiamo
di porre l’attenzione sulla follia che una grande minaccia (le armi
nucleari) sia sempre gravata dalla possibilità di un errore umano.

Recentemente sono emerse
notizie che evidenziano come questa follia continui ancora oggi,
contraddistinta da superficialità che possono mettere a rischio la
sopravvivenza del nostro mondo.

Eccone alcune:

  • Gennaio 2014:
    due ufficiali dell’Aviazione americana, responsabili del lancio di
    missili nucleari intercontinentali (Icbm), sono finiti sotto
    inchiesta per “possesso di droghe illegali”. I due
    lavoravano nella base missilistica di Malmstrom, nel Montana, dove
    sono custoditi 150 missili intercontinentali (pari a un terzo di
    tutto l’arsenale Icbm degli Usa).

  • Ottobre 2013:
    quattro membri dell’Aviazione sono stati puniti per aver lasciato
    aperta per due volte la porta che conduce alla postazione di lancio
    della bomba atomica.

  • Agosto 2013:
    a Malmstrom la preparazione dell’unità incaricata del controllo dei
    missili intercontinentali è stata giudicata insufficiente nel corso
    di un’ispezione.

  • Maggio 2013:
    a 17 ufficiali della base di Minot, nel Dakota, è stato ritirato il
    certificato perché non erano abbastanza preparati a condurre
    operazioni di lancio.

La follia non sta solo in
queste gravi disattenzioni o superficialità, ma soprattutto nella
dichiarazione che il ministro della Difesa americano, Chuck Hagel, ha
rilasciato durante una visita alla base missilistica Icbm di Warren,
nel Wyoming. Il ministro ha ribadito che i militari appartenenti alle
forze strategiche “hanno scelto una professione nella quale non
si ha diritto all’errore
”.

Si sta affidando a degli
esseri umani un compito impossibile: quello di non sbagliare.

L’unica soluzione sensata
sarebbe invece quella di eliminare questo tipo di bombe dalla nostra
storia!