giovedì 30 Maggio 2024
Politica locale

Mica so’ Mario, io!

Ese il rag. Claudio Durigon

lo facesse apposta? Mettetevi

nei suoi panni (tanto ci

state larghi). Siete di Latina, venite

dal sindacato dei fasci (Cisnal-

Ugl) che voi, da vicesegretario

generale, consegnate chiavi in

mano a Salvini. Il quale nel 2018

vi nomina deputato e sottosegretario

al Lavoro. La vostra campagna

elettorale nel Pontino la seguono

certi galantuomini inseguiti

dalle Procure. Dopo 15 mesi

quel genio del vostro capo rovescia

il Conte-1 e vi lascia a piedi.

Sei mesi fa nasce il Governo dei

Migliori e voi vi sentite subito esclusi:

come potrebbe mai farne

parte, anche come addetto alle

pulizie, uno col vostro curriculum?

Invece, miracolo: diventate

sottosegretario all’Econo mia,

cioè vice del migliore Franco, a

sua volta vice del migliorissimo

Draghi. Però, da vecchi fasci amanti

della goliardia, scappa da

ridere persino a voi. Così iniziate a

combinarne di tutti i colori per vedere

quanto impiegano i Migliori

a sgamare l’intruso. A Fanpage

confessate di farvi offrire cene da

tipi “legati ai servizi segreti” che

“fanno paura”e, casomai i Migliori

non avessero udito bene, aggiungete

un carico da undici sui

49 milioni fregati dalla Lega:

“Quello che fa le indagini, il generale

della Guardia di Finanza,

l’abbiamo messo noi”. Per vedere

di nascosto l’effetto che fa. Ma non

fa nessun effetto. M5S e SI chiedono

la vostra testa, ma i giornaloni

dimenticano subito, Franco

che con voi controlla la Gdf tace e

Draghi – anziché cacciarvi a pedate,

avendovi nominato lui – lo

assolve in conferenza stampa con

una supercazzola.

Ma voi, tignosi, alzate il tiro. In

un comizio a Latina, scaldando il

pubblico per Salvini, sparate che

il Parco Falcone e Borsellino andrebbe

dedicato ad Arnaldo Mussolini,

il fratello tangentaro del

Duce. Che c’è di peggio – pensate

–che offendere in un colpo solo la

memoria di due martiri dell’anti –

mafia e i valori dell’antifascismo

su cui si fondano la Repubblica e

la Costituzione? Non solo Draghi

e Franco, ma pure Mattarella (fratello

di un martire dell’antimafia)

insorgeranno come un sol uomo.

Invece nisba, a parte le solite richieste

di dimissioni da Conte e

dalla sinistra. Come se toccasse a

voi dimettervi e non ai presidenti

della Repubblica e del Consiglio

cacciarvi. Ora, mentre preparate

la prossima mossa, vi domandate

che deve fare di peggio un membro

del governo per esser licenziato.

Spalancare l’impermeabile ai

giardinetti? Proporre un doppio

monumento equestre a Hitler e a

Riina a Palazzo Chigi? Fatica

sprecata. La Legge dei Migliori

l’anticipò Totò nello sketch del tizio

che viene pestato ogni mattina

da uno sconosciuto che lo chiama

Pasquale, ma non reagisce mai

perché “chissà ‘sto stupido dove

vuole arrivare” e poi “che mi frega

a me? Mica so’ Pasquale, io!”.