mercoledì 22 Maggio 2024
LibriMafia

I Disarmati

disarmati.jpg
La
mafia dei padrini e dei criminali da una parte, l’antimafia dei
giudici e delle forze dell’ordine dall’altra. Per molto tempo è
stata raccontata la guerra a Cosa Nostra come una lotta fra bene e
male, fra buoni e cattivi.

Come se si trattasse di
vicende di cui altri, non noi, erano i protagonisti: così gli eroi
sono diventati martiri, la cronaca è diventata tragedia e la memoria
s’è ridotta alla commemorazione: Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino,
un pugno di giornalisti, qualche prete, un paio di politici…

Ripercorrere
oggi la storia dell’antimafia significa parlare soprattutto dei vivi,
delle occasioni perdute, di chi avrebbe dovuto e potuto fare ma ha
preferito voltarsi dall’altra parte.
Claudio
Fava perlustra questa terra di mezzo, le infinite zone grigie della
compiacenza che hanno imbavagliato l’antimafia e reso possibile,
talvolta addirittura favorito, l’esistenza della mafia. Questo libro
racconta i complici del silenzio e del consociativismo mafioso: nel
giornalismo, nella politica, nella società civile. Per una volta,
con i nomi e i cognomi al loro posto. Non mancano i ritratti di chi
in questi anni ha continuato a combattere, animato dal proprio senso
civile. Uomini e donne, giovani e meno giovani: sono loro il segno di
una terra che comunque non si arrende, che comunque non si adegua.

Claudio
Fava, nato nel 1957, è giornalista, da molti anni impegnato in
politica. Autore di numerosi libri, tra questiQuei bravi ragazzi;
ha scritto anche per il cinema, la sceneggiatura più conosciuto
quella diI cento passi.
Figlio
di Giuseppe Fava che è stato uno scrittore, giornalista e
drammaturgo siciliano, oltre che saggista e sceneggiatore. Il padre
fu direttore responsabile del Giornale del Sud e fondatore de I
Siciliani, primo vero giornale antimafia in Sicilia, e fu innanzi
tutto un ”giornalista di razza”, di quelli di cui oggi si sente
sempre più la mancanza. Giuseppe Fava fu ucciso il 5 gennaio del
1984 dal clan catanese dei Santapaola, ed è stato considerato il
primo intellettuale ucciso da Cosa nostra.

Titolo:
I disarmati
Autore: Claudio Fava
Anno: 2009
Editore:
Sperling & Kupfler