martedì 28 Maggio 2024
ArticoliArticoli 2010

Foreste

deforestazione.jpg
Ci
sono azioni automatiche che durante la giornata vengono normalmente
poco considerate e che spesso finiscono per essere dimenticate anche
se sono importanti, a volte persino indispensabili. Una di queste
azioni è il respiro.

A
volte ci si dimentica che questa azione è possibile perché
nell’aria c’è l’ossigeno. Parimenti ci si dimentica che l’ossigeno
si trova nell’aria grazie all’azione delle piante, in particolare
quelle delle foreste.
Forse
non tutti sanno che ogni anno vengono distrutti 13 milioni di ettari
di foreste, una superficie pari a quella della Grecia.
Negli
ultimi 15 anni è l’Africa ad aver subito i maggiori danni, scendendo
da 700 a 635 milioni di ettari di foresta. In Sudamerica si è scesi
invece da 970 a 930 milioni di ettari.

Tutti
noi in questo periodo ci siamo scambiati gli auguri di Buon anno.
Sarebbe un bel proposito per questo 2010 quello di non dimenticarci
di proteggere le foreste. Ecco qualche semplice consiglio per mettere
da parte un po’ di futuro:

  • evita
    prodotti che contengono olio di palma, in particolare il biodiesel:
    l’espansione delle piantagioni di palma da olio è uno dei
    principali motivi di deforestazione nei tropici;

  • ricordati
    che il legno è un materiale vivo: acquista prodotti certificati
    FSC, per usare il legno proteggendo le foreste;

  • non
    accettare riviste pubblicitarie: è carta (e foresta) gettata nel
    cassonetto;

  • ricordati
    di riciclare la carta: tutta la carta riciclata evita l’abbattimento
    di alberi (e evita tanto inquinamento). Per lo stesso motivo, usa
    prodotti in carta riciclata;

  • pianta
    un albero, assicurandoti che sia una specie autoctona, ossia nativa
    della tua regione;

  • chiedi
    al tuo comune di risparmiare carta e usare solo prodotti riciclati o
    certificati FSC.