martedì 27 Febbraio 2024
ArticoliArticoli 2010

Il Petrolio, la Nigeria e Noi

nigeria.gif
Negli
ultimi anni la Nigeria è diventato il primo produttore africano di
petrolio, puntando così tutta la propria economia sulle attività
estrattive nel Delta del Niger.

Le
estrazioni petrolifere sono stata affidate a multinazionali, tra le
quali l’italiana Agip.
Questa
politica economica era stata “giustificata” dalla presunta
opportunità di ottenere migliori condizioni di sviluppo e di vita
per la popolazione residente. In realtà le popolazioni del Delta del
Niger hanno pagato l’alto prezzo della distruzione del loro ambiente:
suolo ricoperto di bitumi, torrenti inquinati dal petrolio, aria resa
pestilenziale dalla combustione dei gas nei pozzi di estrazione.

Si
calcola inoltre che 15.000 tonnellate di idrocarburi vengano disperse
ogni anno, rendendo l’ambiente circostante altamente inquinato e con
ricadute molto gravi sulla salute degli abitanti: crescita di
leucemie, bronchiti, asma e altre affezioni.

L’associazione
Environmental Rights Action ha organizzato una consultazione sulla
situazione ambientale della zona che ha coinvolto il Ministero
Federale dell’Ambiente degli Stati del Delta del Niger, associazioni,
leader comunitari, scienziati, esperti dello sviluppo. Il risultato è
stato il seguente: “L’estrazione del petrolio non ha avuto un
impatto positivo per i cittadini, e in particolare per le genti del
Delta del Niger, i cui livelli di vita sono stati minati dal costante
inquinamento di fiumi e fattorie. L’aspettativa di vita, nel Delta
del Niger, non supera i 41 anni, proprio a causa del pervasivo
inquinamento. Ma anche la convivenza civile è stata duramente messa
alla prova dalla crescente corruzione legata al controllo dei pozzi
petroliferi, e dai conflitti armati che ne sono seguiti, mentre la
gente dei villaggi ha perduto perfino la terra da cui ricavava auto
sostentamento”.
Gli
abitanti del Delta del Niger chiedono quindi l’interruzione delle
attività estrattive… ma ciò non accadrà perché i Paesi
Sviluppati (noi) abbiamo bisogno di petrolio.
Questo
è un esempio del motivo per cui sia così urgente discutere oggi
delle alternative energetiche. Anche noi cittadini della Valcesano
abbiamo necessità di discutere su questo… e non solo perché
Edison ha deciso di costruire nella nostra valle una grande centrale
turbogas.
E’
una questione che dovrebbe interessare tutti perché rientra nel
problema generale della Giustizia Sociale.