La fine della Concordia

costa-concordia-incidente-foto-hd-crociere-blog-2.-fianca-alto-hd3-650x412.jpg
L’immagine della grande
nave che affonda lascia un senso di smarrimento. L’immagine ci dice
che il mito dell’inaffondabilità non esiste. Come il Titanic nel
1912, così oggi la Costa Concordia.

Dentro ogni tecnica c’è
sempre il fattore umano e l’uomo è per propria natura fallibile.
Nonostante la tecnologia
di cui era dotata, anche questa nave ha fatto la stessa fine di tante
altre grandi imbarcazioni inabissatesi o finite su un fianco nel
corso della storia. Occorrerebbe riflettere meglio prima di
costruire colossi così enormi.

Vittorio Zucconi in
un’intervista così ha detto: “E’ l’immagine struggente della
Balena bianca che questa volta ha perso, la Balena Moby Dick che è
andata a fondo e ha portato a fondo anche chi c’era sopra e
l’orgoglio anche di una Nazione, perché la Costa Concordia era una
grande nave prodotto della tecnologia e della cantieristica italiana.
Ed è simbolico dire che la Concordia in Italia non c’è più
”.