venerdì 21 Giugno 2024
ArticoliArticoli 2010

Il governo vuole modificare la legge 185

185.jpg
Fra il 2002 e il 2003 c’è
stata una grande mobilitazione civica contro la modifica della legge
185 del 1990, legge sulla trasparenza delle esportazioni e
importazioni di armi che il governo di Berlusconi voleva
modificare… chiaramente in peggio!

Il Gruppo Fuoritempo si
era allora mobilitato con una raccolta firme, incontri pubblici e
interrogazioni ai parlamentari.

Ora il governo
Berlusconi ci riprova annunciando di aver approvato il 17 settembre
in Consiglio dei ministri “un disegno di legge che sviluppa e
riordina la materia del controllo sull’esportazione e sul
trasferimento dei prodotti per la difesa, salvaguardando
rigorosamente i principi della normativa in vigore (legge n. 185 del
1990) ed introducendo semplificazioni normative e procedurali tali da
rendere le norme più consone alle mutate esigenze del comparto per
la difesa e la sicurezza, sia istituzionale che industriale”.
Dal comunicato non si
comprende quali modifiche si vogliono apportare e soprattutto quali
conseguenze avranno sulla legge 185, considerata una delle leggi
europee migliori per garantire la trasparenza sulle esportazioni e
importazioni di sistemi di armi.
A questo punto è
necessario aspettare il testo del disegno di legge. Dalla Presidenza
del Consiglio garantiscono la pubblicazione online della nuova norma
fra pochi giorni, ma non anticipano nulla sul contenuto.

Nel 2003 il Governo
Berlusconi dovette ritirare parte degli emendamenti proposti per la
modifica della legge 185. Se le “nuove” modifiche verranno
riproposte ritroveranno una società civile disposta a contrastarle
di nuovo?
Sicuramente il gruppo
Fuoritempo nel nostro territorio farà la sua parte, con lo stesso
impegno di allora.