martedì 25 Giugno 2024
ArticoliArticoli 2011

Renzi: vecchio che avanza?

matteo-renzi.jpg
Tra le famose 100 proposte
che Matteo Renzi sta proponendo ce n’è una che mi ha incuriosito:
“l’amnistia condizionata” per i politici corrotti. Ma non era
Renzi quello che doveva rappresentare il “nuovo” che avanza?

La proposta del sindaco di
Firenze sarebbe questa: se il politico corrotto confessa facendo i
nomi dei complici oppure restituisce la somma rubata o semplicemente
giura di abbandonare la politica gli verrà condonata la pena.
La prima obiezione che si
può fare è chiedersi perché questa “proposta” (probabilmente
anticostituzionale) dovrebbe agevolare solo i politici. Perché ad
esempio non estenderla anche ai semplici ladri? Perché Renzi ha
necessità di fare un altro favore alla sua “categoria”?
Qualcuno in rete ha anche
sollevato la possibilità che un politico potrebbe ottenere
l’amnistia affermando di non ricandidarsi… e poi all’ultimo momento
farsi trovare invece in lista!

Renzi dovrebbe inoltre
sapere che in Parlamento l’opposizione (di cui lui stesso dovrebbe
far parte) ha proposto la discussione di una legge che punta ad
inasprire le norme anti-corruzione.

Sono queste le nuove idee
del rottamatore?
La proposta di Renzi puzza
un po’ troppo di vecchio…