L’Artico e il canarino

20110928_calotta.jpg
Nicolas Peissel e il suo
equipaggio a bordo di una barca a vela hanno attraversato l’Artico
nel passaggio a nord-ovest che collega l’Oceano Atlantico al
Pacifico.

Nessuno c’era mai riuscito
prima e lo scopo del viaggio era quello di dimostrare come il
ghiaccio dell’Artico non sia mai stato così ridotto. Contattato
telefonicamente Peissel ha dichiarato: “La calotta glaciale
contiene milioni e milioni di litri di acqua dolce che si sta
perdendo negli oceani, e lo scioglimento è responsabile
dell’innalzamento dei livelli dell’acqua che il mondo sta
sperimentando”.

Curioso e appropriato
l’esempio che Peissel ha dato all’Artico, accostandolo al canarino
che i minatori si portavano nelle viscere delle terrà perché con la
sua morte li avvisasse della presenza di eventuali gas velenosi.
Stessa cosa dovrebbe
rappresentare l’Artico: la sua vulnerabilità significa che
l’ambiente terrestre sta cambiando con conseguenze per l’uomo che
nessuno conosce con precisione.