mercoledì 22 Maggio 2024
Articoli 2017Centrale

Aumenta la fame nel mondo

Aprendo i lavori della recente conferenza della FAO, svoltasi dal 3 all’8 luglio scorso, José Graziano da Silva ha dichiarato che il numero delle persone affamate al mondo è aumentato dal 2015 ad oggi.

Il 60% di coloro che soffrono la fame vive in paesi colpiti da conflitti armati oppure dove è alto il peso degli effetti del cambiamento climatico.

La FAO ha segnalato un elevato rischio di carestia nel nord-est della Nigeria, in Somalia, nel Sud Sudan e in Yemen con 20 milioni di persone gravemente colpite. La capacità di queste popolazioni prevalentemente rurali di sostenersi è stata bruscamente interrotta e molti di loro non hanno avuto altra scelta se non incrementare le statistiche dell’emigrazione”.

Tra le priorità della FAO per i prossimi due anni vi sono la promozione di un’agricoltura sostenibile, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico, la riduzione della povertà, la scarsità idrica, la migrazione e il sostegno alle popolazioni rurali colpite da conflitti armati, oltre a tutto il lavoro in atto sull’alimentazione e la pesca.

Un messaggio di forte sostegno è arrivato da Papa Francesco, che ha preannunciato una visita alla FAO per il 16 ottobre, in occasione della Giornata mondiale dell’Alimentazione: “Siamo tutti consapevoli che l’intento di assicurare loro il pane quotidiano non è sufficiente, è imperativo riconoscere che ognuno ha il diritto al cibo”.

 

Fonte: Pressenza del 03/07/2017