mercoledì 29 Maggio 2024
Articoli 2017Centrale

Davide vs Golia: non sempre vince il più grosso

Il 6 novembre 2015 abbiamo ospitato la prof.ssa Albina Colella, docente di Geologia all’Università della Basilicata ed esperta di problematiche ambientali connesse alle estrazioni petrolifere.

L’iniziativa era parte integrante del nostro impegno per contrastare l’istanza di permesso di ricerca in terraferma denominata “Monte Porzio” riguardante una superficie di 208,7 Kmq: istanza che abbiamo contribuito a fermare il 27 novembre di quello stesso anno.

E’ con piacere che vi segnaliamo una notizia riguardante la prof.ssa Colella che ha recentemente vinto una causa contro Eni: la multinazionale l’aveva querelata per diffamazione.

La professoressa Albina Colella aveva svolto uno studio sulle acque affiorate a qualche chilometro di distanza da un impianto gestito da Eni; la multinazionale aveva chiesto oltre 5 milioni di euro di risarcimento danni. Il tribunale ha dato ragione alla docente, condannando il “cne a sei zampe” per lite temeraria.

ECCO L’ARTICOLO DE “IL FATTO QUOTIDIANO”