L’informazione secondo i grillini

Il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio ha recentemente insultato il Gruppo Editoriale GEDI che controlla il settimanale L’Espresso e i quotidiani La Repubblica, La Stampa e Il Secolo XIX.

Di Maio non ha insultato la carta stampata ma ha insultando la Costituzione italiana (vedi articolo 21) e alcuni dei suoi elettori che hanno votato il Movimento 5 Stelle, convinti dai richiami al rispetto e alla realizzazione della Carta.

La democrazia è un sistema di poteri plurali che si limitano reciprocamente. Jules Michelet , storico del XIX secolo scriveva: “la stampa persegue una missione estremamente utile, estremamente seria e faticosa, quella d’una censura continua sugli atti del potere”.

Chi governa ha sempre avuto la tentazione di “silenziare” l’informazione. Questo governo non è differente dai precedenti.