Marche: richiesta una sezione investigativa antimafia

Alcuni giorni fa è apparsa una bella intervista del Corriere Adriatico[1] al Procuratore generale presso la Corte di Appello di Ancona, Sergio Sottani. Propongo alcuni passaggi:

Le Marche restano una regione appetibile per la criminalità: per la mancata ripartenza economica, il post-sisma, lo choc del sistema creditizio di Banca Marche e non solo”.

Nel nostro territorio “manca una sezione della Dia, la direzione investigativa antimafia. L’abbiamo richiesta sia con il precedente procuratore di Ancona che con l’attuale”.

Vi segnalo l’articolo di Fabio Tonacci della redazione “Articolo 21” dal titolo “Ancona, un approdo molto silenzioso”.

 

 

[1] Intervista di Andrea Taffi