mercoledì 22 Maggio 2024
Politica locale

«Gli investimenti di Anas sono merito di chi c’era prima di Baldelli»

«Gli investimenti di Anas sono frutto dell’accordo firmato nel 2018 – dice il consigliere regionale Pd Andra Biancani (in foto) –, al di là della parole dell’assessore Baldelli neppure un euro dall’attuale giunta per le strade statali della provincia». «Da quasi due mesi – aggiunge Biancani – sto aspettando dalla giunta regionale una risposta sulla programmazione delle manutenzioni ordinarie e straordinarie sulle strade della provincia gestite da Anas e soprattutto sulle scelte e sulle nuove risorse che la Regione intende investire nel futuro di queste infrastrutture. Finalmente la mia interrogazione, sottoscritta anche dalla consigliera Micaela Vitri, presentata il 24 febbraio scorso, è stata iscritta all’ordine del giorno del consiglio regionale di martedì, ma rinviata. Sulla stampa scopro che l’assessore Baldelli preferisce rispondere con un comunicato. Ma al di là del poco rispetto per il consiglio regionale, quello che sorprende, e un po’ preoccupa, – dice Biancani – è il tono trionfalistico e vittorioso con il quale annuncia come una prima volta il proseguimento del programma di investimenti già stabilito con Anas ben prima del suo arrivo, frutto dell’accordo stipulato nel 2018 dalla giunta Ceriscioli». Un accordo che ha consentito il ritorno all’Anas di oltre 500 chilometri di strade ex statali, più la gestione di circa 250 chilometri di strade regionali in convenzione. «I fondi utilizzati per la manutenzione delle strade – concldue Biancani – sono in gran parte statali, tranne quelli impiegati per le strade regionali in convenzione, per le quali l’attuale giunta non ha aggiunto un euro». Biancani poi elenca «l’entità esatta dei lavori di asfaltatura che saranno svolti da Anas nel 2021. In particolare: 4,4 milioni di euro lungo la Flaminia (tratto Acqualagna-Cantiano), 1,5 sulla Metaurense, 1,3 nel tratto Fano-Urbino, 1,5 lungo la Montelabbatese e 1,8 sulla Fogliense. Sono confermati anche i lavori per la rotatoria della Siligata, 900mila euro, e per le due rotatorie di Sant’Angelo in Vado e le due di Fermignano, per un totale di 400mila euro». La Federazione Pd sottolinea che «tutto questo è merito di un lavoro di suadra del Pd».