lunedì 27 Maggio 2024
ArticoliArticoli 2009

Disgelo Usa-Russia

obama.jpg
L’amministrazione
di Barack Obama ha annunciato l’intenzione di accantonare il
progetto, messo a punto sotto la precedente Presidenza Usa di George
W . Bush, per un ampliamento all’Europa dell’Est del sistema
nazionale di difesa anti-missilistica.

Il
progetto conosciuto con il termine “scudo” prevedeva
l’installazione di batterie di intercettori in Polonia e di una
stazione radar di primo avvistamento nella Repubblica Ceca.

Ne
ha dato notizia in questi giorni il quotidiano finanziario
statunitense ‘The Wall Street Journal: “Gli Stati Uniti fondano
la loro decisione sulla valutazione secondo cui il programma
dell’Iran per dotarsi di missili a lunga gittata non ha compiuto
progressi tanto rapidi quanto era stato stimato anteriormente,
riducendo cosi’ la portata della minaccia per il territorio
continentale statunitense e per le principali capitali europee”.

La
mossa di Obama ha così placato le preoccupazioni russe e così Mosca
ha immediatamente “risposto” annunciando lo scongelamento delle
misure militari programmate, tra queste l’installazione di missili
Iskander nell’enclave baltica di Kaliningrad.

Dopo
la decisione, di alcune settimane fa, da parte dell’amministrazione
Obama dibocciare
la costruzione del super elicottero presidenziale
, ordinato dal
predecessore Bush, anche quest’ultima buona notizia fa segnare un
altro bel punto in controtendenza al passato.