lunedì 27 Maggio 2024
ArticoliArticoli 2009

Finmeccanica rimoderna gli Apache britannici

7980.jpg
Il
6 ottobre AgustaWestland, l’azienda trainante del gruppo
Finmeccanica che ha accumulato, da sola, un quarto degli ordini
complessivi di Finmeccanica per un valore di 10.610 milioni di euro,
ha annunciato una nuova super commessa.

Il
contratto è con il Ministero della Difesa inglese, di entità pari a
439 milioni di sterline (circa 480 milioni di euro), per
l’ammodernamento dell’intera flotta di 67 elicotteri “Apache”.
Il famigerato “Apache”, di produzione della Boeing, operativo per
gli eserciti degli Stati Uniti, del Regno Unito e di Israele, è un
elicottero da combattimento tuttora impiegato dagli inglesi nelle
guerre in Iraq e Afghanistan. L’armamento principale è costituito da
un cannone automatico calibro 30 mm. Può essere equipaggiato con una
combinazione di missili anticarro, razzi e missili aria-aria
agganciati alle alette laterali. La tecnologia italiana permetterà
agli “Apaches”, come sperano gli inglesi, una vita lunga 22 anni,
quando questi elicotteri saranno posti definitivamente fuori
servizio. L’ammodernamento si situa nel programma IOS (Integrated
Operational Support), supporto operativo integrato, che garantirà
agli elicotteri una maggiore disponibilità operativa e assicurerà,
al contempo, una riduzione dei costi di gestione della vita operativa
degli elicotteri. Giuseppe Orsi, amministratore delegato di
AgustaWestland, ha dichiarato: “il contratto IOS per l’Apache è
un’ulteriore dimostrazione del nostro costante impegno con il
Ministero della Difesa britannico al fine di fornire soluzioni
innovative e vantaggiose sotto il profilo del rapporto
costo-efficacia. Questo contratto, che segue quelli simili già
firmati con il Ministero della Difesa britannico per gli elicotteri
Sea King e Merlin, garantirà importanti benefici per i reparti di
prima linea e, al contempo, una significativa riduzione dei costi.”
Nell’aprile del 2005 AgustaWestland si era già aggiudicata il
primo contratto IOS per la flotta di elicotteri “Sea King” delle
forze armate britanniche. A questo contratto era seguito, nel marzo
2006, quello riguardante il supporto operativo degli elicotteri AW101
“Merlin” (l’elicottero che è all’origine della joint-venture
tra Agusta e Westland). Il concetto di supporto operativo integrato,
fa notare l’azienda, sta suscitando sempre più interesse anche da
parte dei clienti AgustaWestland al di fuori del Regno Unito.
Sottolineiamo che il contratto consentirà l’ammodernamento della
flotta di elicotteri “Apaches” tra l’inizio del 2010 e il 2014.