lunedì 11 Dicembre 2023
ArticoliArticoli 2012

Servizio civile obbligatorio

servizio_civile.jpeg
In questi giorni si è
aperto un dibattito sulla possibilità di creare un servizio civile
obbligatorio di sei mesi per i giovani italiani.

Personalmente considero
l’iniziativa una bella proposta. Tra le giovani generazioni c’è uno
scoramento a mio avviso preoccupante e il servizio civile potrebbe
dare la possibilità ai nostri ragazzi di mettersi al servizio delle
persone e del loro territorio. Sono infatti 2,2 milioni i giovani
italiani fra i 15 e i 19 anni che non studiano, non lavorano e
nemmeno cercano un’occupazione.

Un servizio civile
obbligatorio potrebbe essere utile per rafforzare il senso di
appartenenza alla comunità civica e sociale nazionale da parte delle
giovani generazioni. Potrebbe essere un’esperienza inserita nella
più ampia cornice dell’ultimo anno di scuola superiore, da
realizzarsi di concerto con gli uffici scolastici regionali e
operando in sinergia con le comunità locali.

Nella nostra zona c’è una
realtà che a mio avviso rappresenta un buon esempio: laCaritasdella Diocesi di Fano-Fossombrone-Pergola e Cagli, che in questi anni
ha costituito l’occasione per tanti giovani per fare esperienze di
apertura verso l’altro. A mio avviso un’esperienza, non solo da
conservare e difendere, ma certamente da ampliare.

In questi giorni il
settimanale “Vita” sta promuovendo unapetizioneper sensibilizzare il Governo italiano verso l’istituzione del
servizio civile obbligatorio. Vi invito a leggerla e magari a
sottoscriverla.