domenica 21 Luglio 2024
Articoli 2023Centrale

Il ministro delle retromarce

Il ministro Nordio dimostra ogni giorno di più di non essere adatto al ruolo delicatissimo di Guardasigilli.
L’idea di sostituirlo viene dal governo stesso.
All’interno della sua maggioranza lo chiamano il ministro delle retromarce. Costretto a smentirsi ogni giorno, che si parli dei mafiosi che non usano il telefono, o delle intercettazioni da vietare tranne che per mafia e terrorismo, o degli attacchi ai pm antimafia a 24 ora dall’arresto del boss latitante numero uno.

Mercoledì in Parlamento ha trattato la magistratura come una bestia da addomesticare. Con lui il Paese si risveglia nel passato: giustizialisti contro garantisti, giudici contro politici.

Forse è opportuno che Carlo Nordio torni a fare il pensionato.
Da questo punto di vista è interessante la petizione lanciata da “Il Fatto Quotidiano”