venerdì 24 Maggio 2024
ArticoliArticoli 2010

Lo salveranno anche questa volta?

volgare.jpg
La situazione che si è
generata con l’ennesimo episodio che coinvolge la vita privata e
pubblica di Silvio Berlusconi non è più sostenibile. O il
Presidente del Consiglio riesce a chiarire la vicenda o si dimette.

In merito allo squallido
caso di Ruby Rubacuori che sta monopolizzando l’attenzione e il
dibattito politico il presidente del Consiglio ha raccontato tre
bugie:

  1. ha affermato che la
    ragazza, peraltro marocchina, era la nipote del presidente egiziano
    Mubarak, creando al nostro Paese un imbarazzo internazionale senza
    precedenti;

  2. ha raccontato che la
    ragazza, all’epoca dei fatti minorenne, sarebbe stata tutelata da
    una persona (Nicole Minetti) con un incarico pubblico (consigliere
    regionale) che l’avrebbe tenuta per un affidamento temporaneo. Si
    tratta di un falso perché la Minetti ha lasciato questa ragazza in
    strada;

  3. ha raccontato che la
    Minetti era stata incaricata dalla Presidenza del Consiglio.
    Sicuramente l’incarico le era stato affidato, ma solo dalla
    preoccupazione personale di Silvio Berlusconi, che non c’entra nulla
    con il Governo del Paese.

E’ evidente quindi l’abuso
del potere grazie al quale il Presidente del Consiglio trasforma le
sue ansie private in pressione pubblica.
Salvo il fatto in cui
costituisse reato (visto che vi è coinvolta una minorenne) quel che
accade nella sfera privata del premier non ci interesserebbe. Quel
che è grave è la telefonata in questura, è l’aver mentito alla
polizia. Berlusconi ha commesso un abuso di potere violando
l’uguaglianza dei cittadini.

L’imbarazzo
internazionale, derivato anche dall’aver coinvolto indirettamente
l’Egitto, è evidente, tanto che la cancelliera tedesca Angela Merkel
ha rinviato il vertice con Silvio Berlusconi.
E’ lo stesso Fini a
stigmatizzare l’imbarazzo internazionale: “Ero in Germania
quando è scoppiata la vicenda, immaginate i commenti…
”.
La stampa estera sta
dedicando ampio spazio a questa penosa vicenda: Spiegel, The
Guardian, Le Monde, Nouvel Observator, Mail Online. Persino
un’emittente cinese ha realizzato unvideo
in 3D
per raccontare la vicenda tra Berlusconi e Ruby… e non è
certo un video che fa fare bella figura al nostro Paese!

Singolare in tutta questa
vicenda anche la posizione della Lega, la cui predicata moralità
agli atti concreti si rivela solo come “parole al vento”.
Copriranno Berlusconi
anche questa volta?